Vittore Zanetti Zilla (Venezia 1864 - Milano 1946)

 

 

 

 

Dopo aver frequentato all'Accademia di Venezia la scuola di Egisto Lancerotto, diviene allievo, negli anni successivi, di Guglielmo Ciardi.  Trasferitosi a Napoli, dove soggiorna per quattro anni, Vittore matura uno stile personale che si esprime sopratutto nel paesaggio. Dopo essersi trasferito a Milano, continua a trattare  temi  di Venezia e della laguna, senza mai abbandonare le vedute di boschi e foreste, il tutto con una fedele resa del particolare.

A.R.

 

 

BIBLIOGRAFIA:

 

Thieme-Becker, Allgemeines Lexikon der bildenden K√ľnstler, Leipzig 1992

 

Dizionario Enciclopedico Bolaffi dei pittori e degli incisori italiani dall'XI al XX secolo, Torino 1972

 

 G. Nicodemi, Vittore Zanetti Zilla pittore, Milano, Edizioni Alfieri & Lacroix 1949