Gaetano Sabatelli  (? - Milano dopo il 1893)

 

 

Ultimo dei figli di Luigi Sabatelli, viene soprattutto ricordato per aver pubblicato le memorie del padre. Unitamente al fratello Luigi collaborò nel 1842, con il padre alla realizzazione degli affreschi nella villa Giuntini a Camerata.

Nel 1843 dipinge la Cattura nell'orto per il Santuario del Crocifisso di Borgo San Lorenzo in Mugello e nel 1846 Cimabue e Giotto (Firenze, Galleria d'Arte moderna). Dopo la morte del padre, Gaetano Sabatelli abbandona la pittura. Nel 1893 cede un notevole quantitativo di disegni paterni  al  Ministero della Pubblica Istruzione.

 

 

A.R.

 

 

 

BIBLIOGRAFIA:

 

 

Dizionario Enciclopedico Bolaffi dei pittori e degli incisori italiani dall'XI al XX secolo, Torino 1972

 

A. M. Comanducci, Dizionario illustrato dei pittori e incisori italiani moderni, Milano 1962

 

Thieme-Becker, Allgemeines Lexikon der bildenden K√ľnstler, Leipzig 1992

 

 

 

SITOGRAFIA: