Virgilio Freno (Trieste 1891 - Bormio 1928)

 


La pittura di Virgilio Freno si caratterizza, fin dalle prime prove a noi note, per la semplificazione della composizione, ottenuta per mezzo di netti accostamenti di colore acceso steso a campiture nitide e piatte. Il suo nome ricorre tra gli espositori della prima I Mostra Biannuale del Circolo Artistico Triestino nel 1924, dove Freno presenta Mattino d'inverno e Serenità. Nel 1927 partecipa alla I Esposizione del Sindacato Fascista delle Belle Arti di Trieste con Settembre in montagna e Paesaggio. L'anno successivo, alla II Sindacale Triestina, si segnala ancora con due dipinti: Primavera in montagna e Nell'Alta Valtellina.
 

 

Patrizia Fasolato

 

 

 

 

tratto da Punti di Vista  per gentile concessione di: ¬© Edizioni della Laguna