Giulio Cesare Ferrari  (Bologna 1818 - ? dopo il 1861)
 


Fu professore nell'Accademia di Belle Arti di Bologna. Si dedicò al dipinto storico-letterario ed al ritratto, con un'impostazione romantica. Tra i suoi lavori: Esmeralda, ispirato al romanzo di Victor Hugo (Bologna, Pinacoteca); La figlia di Chamonix; Torquato Tasso legge il suo poema ad Eleonora; La figlia di Jefte; Il serpente di stagno.

 

 

A.R.
 

 

 

BIBLIOGRAFIA:

 

Thieme-Becker, Allgemeines Lexikon der bildenden K√ľnstler, Leipzig 1992

 

Dizionario Enciclopedico Bolaffi dei pittori e degli incisori italiani dall'XI al XX secolo, Torino 1972

 

A. M. Comanducci, Dizionario illustrato dei pittori e incisori italiani moderni, Milano 1962

 

 

 

SITOGRAFIA: