Celestino Delleani (Pollone Biellese 1850 - Nervi 1873)

 

La formazione di Celestino Delleani avviene nello studio del fratello maggiore Lorenzo, in un clima di indipendenza artistica, dove Celestino preferisce assecondare il proprio istinto naturale. Da autodidatta si esercita dapprima alla copia su modelli di Lorenzo Delleani e di Federico Pastoris, per dedicarsi poi a soggetti di genere e paesaggi en plein air. Esordisce nel 1870, al Circolo degli Artisti di Torino, con il dipinto Canton Zavolino a Pollone.

Viene stroncato dalla tisi nel 1873, a soli ventiquattro anni.

 

A.R.

 

 

BIBLIOGRAFIA:

 

 

Dizionario Enciclopedico Bolaffi dei pittori e degli incisori italiani dall'XI al XX secolo, Torino 1972

 

A. M. Comanducci, Dizionario illustrato dei pittori e incisori italiani moderni, Milano 1962

 

Thieme-Becker, Allgemeines Lexikon der bildenden K√ľnstler, Leipzig 1992

 

 

 

SITOGRAFIA: